Vai al contenuto
  • Importante
    Florestan
    Florestan

    Novità 2020

    Novità discografiche del 2020 da noi ascoltate con un breve giudizio.
    I dischi più promettenti saranno oggetto di articolo approfondito nelle sezioni tematiche.

    Modificato da Florestan



    Feedback utente

    Commenti Raccomandati



    j2tug165eatxc_600.jpg

    Beethoven : Sinfonie n. 4-6
    Barry : concerto per viola e La Conquista dell'Irlanda
    Britten Sinfonia diretta da Thomas Adès
    Signum Classics 2020, formato HD, via Qobuz.

    ***

    Il precedente disco di questa che credo sarà una integrale mi era piaciuto molto, specialmente la terza, per il piglio vivace, dinamico, spregiudicato : moderno.

    Ma adesso mi devo ricredere perchè capisco che si tratta di una operazione di facciata al traino dell'anno beethoveniano.

    Perchè ?

    Per sdoganare nel mezzo "spazzatura" come la musica di Barry.
    Il concerto per viola è un pezzo semplicemente sguaiato.

    Mentre la cosiddetta Conquista dell'Irlanda non si sa se ascoltarla dall'inizio verso la fine o al contrario, che tanto è lo stesso.

    Beethoven c'è ma mi sembra una prova più di routine, decisamente poco o per nulla sentita, per arrivare al dunque, appunto, l'amico Barry.

    BAH !

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    j43dxkpbxvz1b_600.jpg

    Liszt ; Années de Pelérinage
    Michele Campanella
    Odradek 2020, formato HD, via Qobuz

    ***

    Ammetto che sono abituato a versioni più "virili" di queste pagine, tra le poche che realmente riesco ad amare di Franz Liszt.
    Ma la visione del nostro veterano Campanella è tanto matura, meditata e colta che non si può né trascurare né sottovalutare.
    Onore all'etichetta che ne ha permesso la pubblicazione.

    Con i miei complimenti.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    eyJidWNrZXQiOiJwcmVzdG8tY292ZXItaW1hZ2VzIiwia2V5IjoiODgyODU4NC4xLmpwZyIsImVkaXRzIjp7InJlc2l6ZSI6eyJ3-m9ybWF0IjoianBlZyJ9LCJ0aW1lc3RhbXAiOjE2MDA2OTcwOTh9.thumb.jpeg.3c3030dd73a38ec4a19f38c143c35ac1.jpeg

    Beethoven, sonate per pianoforte e variazioni Diabelli.
    Daniel Barenboim, pianoforte.
    DG, 2020.

    ***

    Non ha perso tempo durante il lockdown Daniel Barenboim, approfittando del tempo libero per ritornare al suo primo strumento e registrare tutte le sonate per pianoforte e le variazioni Diabelli. Niente male per un ragazzino di 78 anni! Il suono c'è ancora, la tecnica forse un po' meno, quello però che non mi convince sono i tempi decisamente troppo rilassati per i miei gusti. Giusto per dare un idea, ci passano 8 minuti di differenza tra le Diabelli di Barenboim e quelle del sempre rapido Pollini, 4 minuti con Levit. Consigliato a chi è alla ricerca di un Beethoven meditativo e poco Sturm und Drang.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    zimogd3gzcseb_600.jpg

    Brahms : Integrale della musica da camera Vol.8 - Trii per pianoforte e archi
    Pierre Fouchenneret, violino, Francois Salque, Violoncello, Eric Le Sage, Pianoforte
    La Belle Saison Live, B Records 2020, via Qobuz Unlimited, formato 96/24

    ***

    Non me ne vorranno i ragazzi protagonisti di questa serie ma questo è il primo volume che veramente mi piace (l'ho ascoltato 3 o 4 volte di seguito).
    Gli altri un pò troppo ... francesi per il Brahms dei mie gusti.

    Registrazione dal vivo con qualche rumoretto e dinamica non pienissima, ma ci sta.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    qvbqxwtwb665a_600.jpg

    Mozart : Concerti per pianoforte e orchestra Vol. 11
    Cyprien Katsaris, pianoforte, Salzburger Kammerphilarmonie diretta da Yoon Kuk Lee
    Piano 21 2020, via Qobuz Unl.

    ***

    Siamo arrivati in poco tempo al vol. 11 della nuova integrale di Katsaris.
    Che continua a suonare in modo molto brillante e sanguigno.

    In questi concerti spiccano le cadenze originali scritte da Katsaris, molto jazzistiche, che Beethoven credo avrebbe detestato (e anche io ... insomma).
    Ma un segno lo si deve lasciare altrimenti saremmo tutti sempre con Brendel/Marriner, no ?

    Registrazione di buon livello come gli altri volumi.
    L'amalgama tra solista e orchestra è diventato eccellente.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    zey26hcl4x9sa_600.jpg.a45927e6f737a67ee907a2bfe48e9c74.jpg

    Dowland: A Fancy
    Bor Zuljan, Liuto.
    Ricercar, 2020.

    ***

    Raramente ho sentito un liuto suonare con una tale gamma espressiva e timbrica! Lo sloveno Bor Zuljan, alla sua prima uscita discografica, ci propone una raccolta di musiche del malinconico John Dowland, che è un vero e proprio gioiello. Consigliatissimo.

     

     

    • Eccellente ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    a6lc7wvyntkgb_600.jpg.f3edc63dab117b44886e308965c75df9.jpg

    Luciano Berio: Coro e Cries of London.
    Norwegian Soloist's Choir, Norwegian Radio Orchestra, Grete Pedersen.
    BIS, 2020.

    ***

    Composto nel 1976 per un ensemble di 40 cantanti e 44 strumentisti, dove a ogni cantante è accoppiato uno strumentista, Coro è una delle opere maggiori di Luciano Berio ed è considerata una delle composizioni corali più importanti degli ultimi 50 anni. Non si può non segnalare questa magnifica interpretazione da parte di una compagine di specialisti norvegesi guidata da Grete Pedersen. Per gli amanti del genere!

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    bg5rj4aij4b1b_600.jpg.deca61b63eae249cfd67c03108a3b1d9.jpg

    "Erinnerung", selezione di lieder di Gustav Mahler.
    Christiane Karg, soprano, Malcom Martineau, pianoforte.
    BR Klassik, 2020.

    ***

    Se la grande curiosità di questo disco è sentire la brava Christiane Karg cantare un paio di lieder accompagnata dall'oltretomba dallo stesso Mahler (!), tramite dei rulli Welte-Mignon rimessi in condizione di funzionare su un piano moderno, in realtà è tutto il resto del disco  che mi ha conquistato.  L'interpretazione della Karg si gioca sul sottile equilibrio di quei sentimenti tipici dell'universo mahleriano. Martineau al pianoforte è l'accompagnatore ideale, sensibile e in perfetta sintonia con la cantante. Consigliatissimo agli amanti del repertorio liederistico.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti



    Partecipa alla conversazione

    Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

    Ospite
    Aggiungi un commento...

    ×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

      Sono consentiti solo 75 emoticon max.

    ×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

    ×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...