Vai al contenuto
  • Florestan
    Florestan

    Beethoven : i concerti per pianoforte e orchestra - Bavouzet/Swedish Chamber Orchestra

    folder.jpg

    Beethoven : i concerti per pianoforte e orchestra
    Jean-Efflam Bavouzet, pianoforte e direzione orchestrale
    Swedish Chamber Orchestra

    Bonus : Beethoven, Quintetto per pianoforte e fiati

    Chandos 2020, formato HD

    ***

    Bavouzet sceglie la doppia veste di solista e direttore per questa sua prova sui concerti di Beethoven.
    E lo fa con una orchestra di composizione cameristica, molto leggera, quasi scarna.

    Nelle note c'è una lunga prolusione dello stesso interprete che precisa quanto possa essere bello trovare un direttore d'orchestra che condivida la "sua" visione di un concerto ma che poter dirigere e suonare insieme può offrire altri vantaggi.
    Che il suo sia uno studio profondo lo si apprezza proprio dalle note dettagliate che oltre alle scelte stilistiche di Beethoven, approfondisce le sue di scelte. Sono da leggere con attenzione.
    Specie perchè sono citate più volte le indicazioni - in italiano - di Beethoven nel testo. Spassosa quella della coda alternativa del 5° concerto/Primo movimento, identificata come "ossia più facile" da Ludwig.

    Personalmente ritengo Bavouzet uno dei più sensibili pianisti di questa generazione, spessissimo, se non proprio sempre, perfettamente dentro alla partitura che suona, senza mai dare l'impressione di averla improvvisata per la registrazione.
    Qui si esibisce con molto piglio, certo non quello inarrivabile e sopra le righe sul piano istrionico di Giovanni Bellucci, ma quella interpretazione da non farsi mancare, fa classe a se.

    Qui abbiamo un Beethoven molto naturale, spesso mozartiano ma con più profondità, chiarissimo, brillante, senza nubi.
    Il pianoforte ne risulta avvantaggiato ma sinceramente a me non manca il pieno orchestrale delle compagini più importanti : questi concerti non lo richiedono.

    La presentazione è quella storica, con il 2° concerto eseguito per primo e il 1° per secondo.

    Non ci sono cadenze alternative e l'ascolto così se ne giova, scorrendo fedelmente con il fluire della musica.

    Mi sono accorto di averli "bevuti" tutti di seguito senza che mi pesasse.

    Finchè non è arrivato il quintetto finale, gradito ma in fondo azzarderei ... superfluo. Non la ritengo una delle composizioni più apprezzabili di Beethoven e con i concerti per pianoforte non mi pare che ci azzecchi moltissimo.

    Sicuramente la visione di Bavouzet è piano-centrica e l'orchestra si trova li perchè ... in un concerto per pianoforte e orchestra, ci vuole. Ma va bene così.

    Forse manca di magia o di pathos. Penso per esempio al mio preferito, il 4°, dove Pollini/Abbado svettano. Lui parte leggero e arriva leggero.
    Un filo più salottiero di quanto mi piacerebbe.

    Ma non parliamo di un solista che ama mettersi in mostra per forza o egocentrismo.
    Anche il 5° è ben bilanciato, senza troppi esibizionismi. E ce ne sarebbe occasione, perchè la partitura è creata apposta.

    Nel complesso mi sono piaciuti molto e li riascolto volentieri.
    Non un riferimento ma il completamento di una discografia personale che Chandos sta costruendo attorno ad una delle sue firme migliori.

    Registrazione chiara, perfettamente intonata con la visione dei musicisti. Ne accenna anche Bavouzet parlando della combinazione tra lui, l'orchestra e le fasi di workout della registrazione.

     

     


     

     



    Feedback utente

    Commenti Raccomandati

    Questo è proprio una gran bel disco, che ben si accompagna all'integrale delle sonate di Beethoven pubblicata negli scorsi anni e al più recente album dedicato ai contemporanei di LVB.

    Il suono di Bavouzet è terso e pulito, le sue interpretazioni brillanti e non prive di piglio e energia. Si lascia ascoltare che è una meraviglia!

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti


    Partecipa alla conversazione

    Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

    Ospite
    Aggiungi un commento...

    ×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

      Sono consentiti solo 75 emoticon max.

    ×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

    ×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...