Jump to content
  • Florestan
    Florestan

    Beethoven : Sinfonie 1-5 / Savall/Le Concert des Nations

    vfgt2ve9hh4db_600.jpg

    Beethoven : Sinfonie 1-5

    Le Concert des Nations diretto da Jord Savall
    AliaVox 2020, formato SACD, ascoltato via Qobuz in 88.2/24

    ***

    Avevo già avuto modo di ascoltare bene la 3a nella precedente lettura di Savall, qui il discorso resta coerente tra le prime 5 sinfonie del periodo eroico di Beethoven.
     

    Senza titolo-1.jpg

     

    L'interpretazione è veloce, brillante, veemente, grandiosamente brunita nei toni con gli ottoni brillanti e i timpani in piena evidenza.

    Sono registrazioni riprese durante il 2019 a margine di un tour di concerti europei tra Berlino e Barcellona.

    Senza titolo-2.jpg

    E' un Beethoven marziale, pomposo, militaresco.
    Se vogliamo avere un "non riferimento", esattamente l'opposto di quello tornito e finemente cesellato di Karajan che tutti abbiamo in mente.

    Senza titolo-3.jpg

    La compagine ha un suono suo, molto differente da quello delle grandi orchestre tradizionali ma non si notano le asprezze esagerate di certe letture con strumenti d'epoca (ricordo quella recente di Suzuki della 9a con un certo fastidio, lo ammetto), e segue perfettamente la visione del Direttore.

    Savall non indulge mai in esagerati sentimentalismi come probabilmente avrebbe apprezzato Ludwig.
    Nel secondo movimento della seconda sinfonia, per esempio, dopo un roboante primo allegro, l'atmosfera è pacata ma da festa paesana, non da notte di stelle.
    L'adagio della 4a è melodico ma giocato sul ritmo, metronomo veloce.
    Tutte le parti si sentono alla perfezione, lavoro di cesello nella concertazione ma anche nella registrazione (come vediamo dalla fotografia qui sopra nella disposizione dei microfoni).
    L'andante con moto della 5a è brillante ma deciso, non indulge e non lascia lo spazio di annoiarsi prima dei due allegri finali.

    Che sono magistrali con l'ultimo tempo che è una esplosione di gioia e di vita.

    Lascio per ultima la 3a che per me è sempre il punto nodale di ogni interpretazione delle sinfonie beethoveniane.
    Ebbene, se lo volete sentire, è convincente dalla prima all'ultima nota.
    Si muove sulle onde del ritmo, con dinamiche estreme. In una parola bellissima.

    Non ho idea se il progetto continuerà con le successive ma, per quanto mi riguarda, potrebbe terminare qua.
    Credo sia la proposta di questo repertorio più convincente degli ultimi anni.
    Personale e appassionata molto più di tutte le altre che ho avuto modo di ascoltare.

    Bravi !

     

    Registrazione di grande livello, come sempre per AliaVox, sullo stesso piano dell'interpretazione, anzi, parte integrante.
    Quei timpani ... !
     


     

     



    User Feedback

    Recommended Comments

    There are no comments to display.



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...