Jump to content
  • Florestan
    Florestan

    C.P.E. Bach : Concerti per pianoforte Wq.11, Wq. 43/4 e Wq. 24 - Michael Rische/Berliner Barock Solisten

    ha5u15j9u1kja_600.jpg

    C.P.E. Bach : Concerti per pianoforte Wq.11, Wq. 43/4 e Wq. 24 - Michael Rische pianoforte con i Berliner Barock Solisten
    Hanssler Classic 2020, via Qobuz Unlimited

    ***

    Bel disco che si aggiunge ai quattro già pubblicati da Rische, vero specialista del repertorio.
    Emanuel Bach ha scritto "per se stesso solamente" ben 52 concerti per pianoforte e orchestra.

    Sono composizioni della metà circa del '700 e che consegnano il genere in mano ai suoi eredi, Mozart e Beethoven.
    Concerti a 3 o a 4 movimenti, lunghi anche più di 20 minuti, con alternanza di momenti di grande vivacità già oltre lo Sturm Und Drang e di grande liricità.

    Il rapporto tra il pianoforte e l'orchestra è già quello moderno. In questo Emanuel va largamente oltre il modello del padre, più legato agli stilemi italiani e francesi di cui abbiamo grande testimonianza.
    Questo proprio nella struttura veramente solistica della parte del pianoforte, oltre, effettivamente, all'uso di un pianoforte al posto del clavicembalo.
    Perchè se fosse solo lo strumento a caratterizzarli, sarebbe lo stesso con i concerti di Sebastian portati al pianoforte. Ma non è così.

    SnapCrab_III Allegro - Michael Rische - Qobuz Web Player - Google Chrome_2020-5-7_16-56-3_No-00.jpg

    Rische con i Berliner Barock Solisten durante la registrazione.

    Michael Rische è da anni un apostolo del grande Emanuel Bach. La sua interpretazione è estremamente brillante, veloce il giusto, mozartiana (in senso favorevole al salisburghese) quando basta.
    I tre concerti presentati in questo disco sono differenti tra loro.

    Il primo, in re maggiore, è in tre movimenti, molto brillante e frizzante.
    Il secondo, in do minore è in quattro movimenti ed è celeberrimo perchè arrangiato e trascritto per altri strumenti solisti, come da prassi dell'epoca (tradizione continuata oggi).
    Ma nonostante la tonalità drammatica resta galante e brillante, infatti comincia e finisce con un Allegro Assai.

    Il terzo, in mi minore, lo conosco per clavicembalo, per flauto, per violoncello, ed è estremamente bello come il precedente numero Wq 23 (bellissimo !), con una parte per pianoforte estremamente sviluppata.
    Ma il concerto stesso dura più di 22 minuti.

    Insomma, onore al merito, ad Emanuel, troppo spesso semplicemente il secondo figlio di Bach, a Michael Rische che ce lo fa apprezzare.

    Segnalo questo cofanetto di 4 CD con circa 4 ore di concerti, pubblicato lo scorso mese di novembre, che comincia proprio con un eccezionale Wq 23

    gl3ac2m6litda_600.jpg

    registrato con la Kammerorchester Leipzig.

    Registrazioni non spettacolari ma comunque di buon livello.

     

     

    Edited by Florestan



    User Feedback

    Recommended Comments

    There are no comments to display.



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...