Jump to content
  • Florestan
    Florestan

    Heroes : Walton/Grisi/Prokofiev - Adrien La Marca/Viola

    jabry42bti8ba_600.jpg

    Walton : Concerto per viola e orchestra
    Grisi : On the Reel
    Prokofiev : Romeo e Giulietta

    Adrien La Marca, viola
    Liège Royal Philarmonic diretta da Christian Arming

    La Dolce Volta 2020, via Qobuz Streaming

    ***

    Il prodotto discografico perfetto esiste ancora.
    E non importa se per farlo ci si ispira ai concetti cinematografici.

    In questo disco potrebbe sembrare il concerto di Walton il pezzo centrale, invece è, inaspettatamente il concerto "On The Reel" del trentenne belga di chiare origini venete Gwenael Mario Grisi, concepito e dato in prima assoluta lo scorso anno e qui ripreso in prima registrazione discografica.
    E' un concerto in un unico movimento che mischia tante fonti di ispirazioni con larghe atmosfere descrittive in cui la viola e le percussioni impressionano.
    Cambi di ritmi, melodici e richiami di leitmotiv a la John Williams (cui l'autore dichiara tranquillamente di ispirarsi) ne fanno la colonna sonora.
    A me è piaciuto molto e l'ho ascoltato più volte.

    download (1).png

    Sensazionale, non mi viene altra definizione, la suite dal Romeo e Giulietta di Prokofiev con la viola solista.
    Il tono scuro rispetto al violino, più virile ma comunque femminile, si pone a metà strada tra i due protagonisti della vicenda shakespiriana sottolineando con il grande virtuosismo di La Marca ogni nuance e ogni sottile tessitura del capolavoro di Prokofiev.
    Ci sono momenti di grande intensità emotiva ben evidenziati dall'orchestra.

    Resta la suite e non il balletto, ma la viola ci racconta la sua versione della storia facendola diventare inedita.

    download (4).png

    download (13).png

    Mentre è diventato praticamente un hit il concerto per viola e orchestra di Walton, un tempo una composizione frequentata solo in ambiente britannico, oggi con l'abbondanza di grandi violisti viene invece molto rappresentato e registrato.

    Rispetto ad altre edizioni (Antoine Tamestit per esempio) qui mi pare che La Marca tenga il freno un pò tirato.
    Probabilmente si ispira all'algida edizione "originale" con Menuhin e lo stesso Walton.

    Fatto sta che l'effetto complessivo mi pare un pò più celebrale del dovuto.

    download (15).png

    download (16).png

    download (17).png

    download (18).png

     

    Ma parliamo di sfumature lette dal mio gusto o più facilmente viziate da interpretazioni che conosco meglio di queste.

    Adrien La Marca è un violista di livello assoluto e qui è a proprio agio in ogni scena.

    Si, perchè il carattere cinematografico di questo disco è sottolineato anche dalle fantastiche fotografie del libretto e in generale da tutta l'atmosfera scura timbricamente della luce della viola.

    Uno strumento italiano, Nicola Bergonzi, Cremona 1780, dal suono denso, cremoso, appena un filo asciutto ma il giusto.

    Orchestra eccellente sia nell'insieme che nelle parti solistiche con una ottima direzione.
    Suono splendido con dinamiche piene e bassi profondi.

    La viola protagonista, il suono protagonista, grande musica, un disco da primo in classifica.

    Edited by Florestan



    User Feedback

    Recommended Comments

    There are no comments to display.



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...