Jump to content
  • Florestan
    Florestan

    Mozart : Concerti per pianoforte e orchestra n. 19 e 27 / Piemontesi-Manze

    91Tu8c+eT+L._SS500_.jpg

    Mozart : Concerti per pianoforte e orchestra n. 19 e 27
    Rondo K386

    Francesco Piemontesi, pianoforte
    Scottish Chamber Orchestra diretta da Andrew Manze

    Linn Records 2020, formato HD, ascoltato via Amazon Unlimited HD

    ***

    Secondo volume dopo quello del 2017, da noi recensito nel gennaio 2018 :

     

     

    ***

    La premiata ditta Piemontesi/Manze/Scottish ritorna sul luogo del delitto e propone un secondo volume di concerti di Mozart.
    Sono due concerti molto brillanti, il n. 19 e il n. 27, inframmezzati dall'altrettanto brillante Rondò K386.
    Tutta musica in tono maggiore (Fa, La, Si bemolle), trionfale, per circostanza.

    Che Piemontesi ben interpreta con il suo consueto stile libero, creando ornamenti ed abbellimenti quando la struttura musicale del pianoforte è più povera.

    L'orchestra ha un tono molto soffice, per sua costituzione e per il tocco sempre molto delicato di Andrew Manze che secondo me si trova perfettamente a suo agio con questo repertorio e con la visione edonistica e leggera - ma non per questo superficiale - di Francesco Piemontesi.

    Fatto sta che anche nei ritornelli in tono minore dei secondi temi, dove Brandel e Marriner indugiavano sul melodrammatico, qui l'atmosfera resta assolutamente solare.

    Qualche recensore ha trovato che qualche volta gli abbellimenti di Piemontesi siano eccessivi. Sinceramente non credo e in ogni caso stiamo parlando di uno stile consono e proprio per l'epoca.
    Sarà il caso di toglierci l'abito sacerdotale prima di suonare Mozart, perchè non è il caso.

    Ammetto che questi due concerti in particolare non sono tra i miei preferiti, tanto che tendo a riascoltare più volentieri il bellissimo Rondò.
    Per questo motivo attendo questa formazione nelle prossime prove che spero si dedicheranno ad altri concerti, come il n. 20, il 24, il 9.

    Ma resta un ascolto estremamente convincente, come assistere ad un concerto in puro stile galante.
    Piemontesi suona come suonerebbe ancora oggi Mozart. Convinto di non poter ripetere due volte di seguito la stessa interpretazione, le stesse note.
    La stessa solfa per il suo pubblico.

    Questa è musica che ricrea lo spirito ed accompagna certamente in paradiso.

    Registrazione assolutamente allineata con lo spirito del disco, calda e trasparente. Linn.

     



    User Feedback

    Recommended Comments

    There are no comments to display.



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...