Vai al contenuto
  • Florestan
    Florestan

    Beethoven : A Chronological Odissey - Katsaris

    syxnja0vvkbec_600.jpg

    Beethoven : A Chronological Odyssey
    Cyprien Katsaris
    Paino21 , 1/5/2020, formato CD, via Qobuz

    ***

    Ho incrociato per la prima volta da ragazzo ad inizio anni '80 Katsaris per la sua performance nelle sinfonie di Beethoven trascritte da Liszt ed incise tutte insieme per la Teldec.
    Una interpretazione di forza che non mi ha fatto rimpiangere nemmeno per un minuto l'orchestra.

    Katsaris è un pianista di un'altra epoca benchè sia ancora relativamente giovane (classe 1955), perchè non solo è capace di lunghe prestazioni sul piano fisico che dai tempi di Oppitz non si conoscono più (tipo suonare tutto Brahms in due o tre serate) ma perchè è capace di trascrivere qualsiasi cosa e riprodurla al meglio al pianoforte.

    Ma non basta, dopo 20 anni di collaborazione con etichette importanti, ha preferito crearsi la sua, e da parecchi anni registra producendosi i suoi dischi, pubblicati da se con Piano21.
    In parallelo all'integrale dei concerti di Mozart è uscito nell'anno beethoveniano con questa realmente originale odissea.

    Sono giusto SETTE ORE di musica - vi avviso, un impegno ascoltarlo tutto ma io l'ho fatto almeno 3 volte - che coprono tutto Beethoven dalle variazioni su una Marcia di Dressler (1782, quindi del Beethoven dodicenne) all'ultimo cimento, il Ratselkanon scritto nel dicembre 1826 poco prima del tragico viaggio verso Vienna.

    In mezzo composizioni per pianoforte e trascrizioni compreso un movimento del concerto per violino e orchestra, l'adagio della Nona Sinfonia trascritto da Wagner, una trascrizione di Diabelli di un quintetto mai completato, un movimento del quartetto n. 16 trascritto da Mussorgsky e tante rarità del genere.

    _JBM4629+(c)Jean-Baptiste Millot.jpg

    Immagine.jpg

    Immagine2.jpg

    E' una collezione geniale, con veri tesori nascosti, insieme a composizione arcinote.

    L'interpretazione è appassionata in ogni nota. Forse non sempre del livello assoluto che alcune - ad esempio le sonate per pianoforte - meriterebbero ma si tratta di una maratona più che una odissea.

    Perchè questa non è una raccolta di registrazioni varie, è stata pensata e concepita tutta nell'estate del 2019 e registrata di seguito alla Chiesa Evangelica di San Marcello a Parigi su un bel Bechstein di suono molto beethoveniano.

    La registrazione è lucente, il piglio brillante, la virtuosità di Katsaris indiscutibile.

    Tra le poche proposte realmente degne di nota dell'anno appena trascorso.

    Bravo !

     



    Feedback utente

    Commenti Raccomandati

    Non ci sono commenti da visualizzare.



    Partecipa alla conversazione

    Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

    Ospite
    Aggiungi un commento...

    ×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

      Sono consentiti solo 75 emoticon max.

    ×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

    ×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...