Vai al contenuto
  • Florestan
    Florestan

    Schumann : Variationen - Florian Uhlig/Hanssler

    cj75egroomvcb_600.jpg

    Schumann : Variationen
    Florian Uhlig, pianoforte
    Hanssler Classic 2020, formato 96/24
    durata 2 ore e 6 minuti

    ***

    Al di la del garbo e dell'intonazione realmente schumanniana del pianista Uhlig, il pregio di questo disco è di presentare oltre alle "solite" Variazioni Sinfoniche Op. 13 - forse il brano meno riuscito del disco, peraltro - anche composizioni a me del tutto sconosciute, magari perchè incompiute o pervenute sotto forma di frammento.
    Si testimonia così l'amore incondizionato di Robert nei confronti di quel monumento della musica con cui i primi romantici sono dovuti venire a patti (sto parlando ovviamente di Beethoven).
    Le variazioni WoO 31 sul tema di Beethoven (allegretto della 7a Sinfonia, secondo movimento della 6a etc.) nascono come esercizi e studi e così restano.
    Ma l'influenza, a tratti contrappuntistica sui lavori successivi di Schumann è evidente.

    Parliamo di schizzi del 1833, contemporanei a quelli sulla Romanza di Clara che aprono il disco ed appena precedenti alle Variazioni Sinfoniche (o patetiche, secondo l'uso della prima versione, pure presente in questo disco).

    Non mancano altre chicche come un brillante accenno di variazioni su "La Campanella" di Paganini, o quelle su un notturno di Chopin del 1835-1836. In più di un caso con l'intervento contemporaneo per completare, arrangiare o rendere eseguibile ciò che era un esercizio o solo un abbozzo (mai pubblicato o pubblicato solo di recente).

    Non è questa la sede e non è compito nostro approfondire le tematiche ben eviscerate nel libretto di questo splendido disco, che aprono molte vie nella complessità della sensibilità di Robert Schumann e del suo mondo.

    Questo è il 14° volume di una completissima integrale dei lavoro di Schumann cui Uhlig sta dedicando gli ultimi anni. Che mi era sfuggita e che si merita certamente in questa occasione un esame più approfondito.
    Disco consigliatissimo agli amanti di Schumann, meno agli altri probabilmente meno attenti a certe sfumature o che si aspettano un suono roboante e da wow al primo ascolto.



    Feedback utente

    Commenti Raccomandati

    Non ci sono commenti da visualizzare.



    Partecipa alla conversazione

    Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

    Ospite
    Aggiungi un commento...

    ×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

      Sono consentiti solo 75 emoticon max.

    ×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

    ×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...