Jump to content
  • Pinned
    Florestan
    Florestan

    Novità 2019

    Recensioni e impressioni rapide di dischi ascoltati durante il 2019.
    I dischi più meritevoli verranno recensiti approfonditamente a parte.

    cover.jpg

    Edited by Hannes



    User Feedback

    Recommended Comments



    front.jpg

    Johannes Brahms, opere complete per organo
    Robert Bates
    Pro Organo 2019, formato cd

    ***

    Bel disco che fornisce la chiave completa delle composizioni organistiche dell'ateo (?) Brahms, intrise di citazioni bachiane e di testi luterani (qui cantati da una voce sopranile).

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    cover.jpg

    Bach, le suite inglesi
    Massaki Suzuki, cembalo
    Bis 2019, formato 96/24

    ***

    Zitto, zitto Suzuki sta completando (oppure ha completato) il suo ciclo integrale di Bach, tutto compreso, parti solistiche e corali.
    Questa nuova uscita é nel suo stile, pacato ed elegante. Senza forzature.
    La sinistra tende a seguire per imitazione la destra con un leggerissimo ritardo. Effetto voluto proprio per caratterizzare lo stile.

    Registrazione ravvicinata con dinamica non esagerata ma chiarissima.

    Ovviamente ci sono decine di alternative e peraltro io le suite inglesi tendo a preferirle al pianoforte, eresia ...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Cover.jpg

    Bach : Markus Passion BWV 247
    solisti vari, coro infantile, La Capella Real de Cataluna, Le Concert Des Nations
    diretti da Jordi Savall

    AliaVox 2019, formato SACD e 88.2/24

    ***

    Come sappiamo la Markus Passion è un pastiche che prende a prestito parti di altre opere, non solo le altre più celebri passioni.
    Questa edizione non brilla particolarmente per guizzi interpretativi, sarebbe difficile ma nel complesso è godibile.
    Io non impazzisco particolarmente per i cori di bambini e l'organico strumentale sembra particolarmente leggero.
    Le voci sono adeguati.
    La registrazione inappuntabile con un buon equilibrio tra le gamme.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    cover.jpg

    Shostakovich, quartetti n.5 e n. 7, quintetto con pianoforte op. 57
    Artemis Quartet ed Elisabeth Leonskaja
    Erato 2019, formato 96/24

    ***

    L'Artemis è una formazione ... formidabile.
    Il programma scelto ... altrettanto formidabile.
    La Leonskaja una pianista di classe, della classe del suo amico Sviatoslav Richter.

    Quindi capirete le grandi aspettative per questo disco.

    Che è bello ma che manca del tutto del tratto più caratteristico di Dmtri, il sardonico ghigno beffardo, che ad ogni cambio di frase ci ricorda quanto si sentisse costretto a scrivere altro. Anzi, a tratti sono persino ... graziosi ... (!).
    La Leonskaja è lenta, pesante, incombente, priva di slancio e di ardore in una delle pagine più elevate della musica di tutto il XX secolo.

    Peccato, perchè il disco resta bello perchè la musica è troooooooooooooooooooppo bella.
    Ma ... resta sostanzialmente un disco superfluo.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    cover.jpg

    Mozart : i concerti per pianoforte vol. 4
    N. 20 e 21
    Jean-Efflam Bavouzet, pianoforte
    Manchester Camerata diretta da Gabor Takacs-Nagy

    Chandos 2019, 96/24

    ***

    Giunge al 4° volume l'impresa di Bavouzet (dopo quella di Debussy, di Haynd, di Beethoven) dell'integrale dei concerti per pianoforte di Mozart.
    Qui ci sono due caposaldi come i n. 20 e 21, pluricelebrati.

    Il tocco è il suo, solito, delicato, sensibile.
    L'insieme ben disposto.

    E' musica bella, non stanca mai anche se ne esistono centinaia di decine di altre edizioni.

    Bel piano, con un bel basso.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    cover.jpg

    Chaikovsky : Sinfonia n. 6
    Berliner Philarmoniker
    Kirill Petrenko
    Berliner PHilarmoniker Recordings 2019, 96/24

    ***

    E' il concerto di insediamento del nuovo direttore dei Berliner Philarmoniker.
    Pare che sia stato un successone con grande trasporto sia degli orchestrali che del pubblico.
    Ci credo, io non arrivo a valutarlo quanto certa critica, non sono peraltro un grande fan di questo Petrenko (mentre lo sono di Vassily, il Petrenko "inglese").
    Comunque una prova di livello, anche molto ben registrata.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Cover.jpg

    Mahler : Sinfonia n. 9
    Bamberger Symphoniker
    Herberth Blomstedt
    BR Klassik 2019, 96/24

    ***

    Ho letto che Haitink si è ritirato. A 91 anni credo che Blomstedt sia il più anziano direttore in attività.
    Tanto di cappello.
    In questa edizione - molto ben registrata come da prassi per BR Klassik per conto della Bamberger - si sente ancora molto bene il manico.
    Interpretazione molto lucida, nitida, precisa con ogni nota scandita perfettamente.
    La 9a di Mahler è una sinfonia abbastanza complicata da rendere al meglio.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    cover.jpg

    Schumann, Saint-Saens, Gliere, musica per corno e orchestra
    Markus Maskuniitty
    Philarmonic Orchestra diretta da Sakari Oramo
    Ondine 2019, 96/24

    ***

    Disco strepitoso che presenta al meglio il corno e la grande orchestra per un arco di circa 100 anni.
    Intanto ve lo consiglio - se amate il corno e la musica romantica - ma meriterà una recensione più approfondita.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    cover.jpg

    The Fellini Album
    La musica da film di Nino Rota
    Filarmonica della Scala
    RIccardo Chailly
    Decca 2019, 96/24

    ***

    Può piacere o meno, sono musiche che fanno parte della nostra quotidianità e della nostra storia.
    Qui interpretate in modo impeccabile e registrate magistralmente.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    cover.jpg

    Johannes Brahms : le cinque sonate per violino e pianoforte Vol. 1
    Ulf Wallin e Roland Pontinen
    BIS 2019, 96/24

    ***

    Preannuncia una serie di dischi questo primo volume di sonate che comincia con la versione per violino dell'Op. 120 pensata per clarinetto o viola.
    Devo ammettere che questo Brahms finlandese però non mi dice molto ... manca di fuoco, di passione.
    Non c'è una nota di Brahms secondo me in tutto l'intero disco ...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Cover.jpg

    Brahms : Sinfonia n. 4
    Segerstam : Sinfonia n. 4 295
    Turku Philarmonic Orchestra
    Alba 2019, 96/24

    ***

    E' giocato sui due barbuti in copertina questo disco.
    Leif Segerstam è il decano dei direttori d'orchestra finlandesi ed è molto ben considerato in patria.
    Io lo conoscevo come accompagnatore di solisti in musiche scandinave ma non sapevo fosse anche un compositore estremamente prolifico (oltre 300 sinfonie all'attivo).

    Ecco, diciamo che se sono tutte come questa (le sue sinfonie), cacofoniche e ... veramente brutte, possiamo pure risparmiarcele.

    In quanto a questo Brahms, molto compassato, vecchio anzichè maturo, carente dei ritmi necessari ad una composizione così sensazionale, non credo che aggiunga moltissimo alla già sterminata letteratura discografica disponibile.

    Registrazione nella norma con dinamiche apprezzabili.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...