Jump to content
  • Florestan
    Florestan

    Rafal Blechacz : Johann Sebastian Bach

    cover.jpg

    Rafal Blechacz : Johann Sebastian Bach
    Concerto in stile Italiano BWV 971, Partita n. 1 BWV 825, Qattro Duetti BWV 802-805, Fantasia e Fuga in La minore BWV 944, Partita n. 3 in La minore BWV 827, Corale dalla Cantata n. 147, trascr. Myra Hess
    Deutsche Grammophon 2017

    Brillante, con tempi clavicembalistici, una chiarezza contrappuntistica che mette in luce scopi, natura ed essenza di questa musica.
    All'opposto del disco di Batagov che abbiamo appena recensito, qui in un solo disco ci stanno due partite, e in più musica che non é assolutamente di contorno.

    Blechacz é bravissimo a sfruttare il suo grancoda da concerto per evidenziare i differenti piani sonori presenti in queste composizioni e tutte le voci sono sempre ben distinguibili.
    Finalmente un Concerto in Stile Italiano che è un ... concerto all'italiana senza filtri romantici.

    Deliziosa, leggera e spiritosa la Partita n. 1, più seriosi i duetti.

    Resa con una velocità a tratti parodistica la rara fuga BWV 944, appena introdotta dai 45 secondi delle 10 battute della fantasia che la precede.
    Dura addirittura un minuto in meno della bella edizione cembalistica di Suzuki.
    Ben condotta la terza Partita, a tratti veemente (la mano sinistra nella Giga e nella Burlesca).

    Dopo tanta corsa, chiude il disco il celeberrimo corale della Cantata BWV 147 nella trascrizione pianistica della Signora Myra Hess.
    Blechacz continua ad indulgere con il basso che sottolinea i passaggi più sommessi e delicati e quelli più intensi.
    Il tono è esortativo con un incedere che sembra da marcia, in tono con le partite.

    Veramente un grande disco di un pianista che temevo frequentasse più che altro Sciopén ...

     

    Edited by Hannes



    User Feedback

    Recommended Comments

    Questo è indubbiamente un bel disco, con un bel programma, suonato ottimamente da Blechacz, in modo limpido e luminoso. Onestamente l'ho preferito qui che nei preludi e nelle polacche di Chopin. 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    E allora meno male che si è ravveduto :)

    Dovresti ascoltare questo, secondo me ti dovrebbe piacere :

    4779548.jpg

    peraltro le registrazioni di Chopin risalgono a 8-9 anni fa (la DG le ha inserite peraltro nel cofanettone dedicato al bicentenario del polacco).
    Ma questo pianista mi sembra uno da pane e contrappunto (vedi Szymanowski oltre a Bach).

    ;)

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...