Jump to content
  • Eusebius
    Eusebius

    Francesco Piemontesi, Liszt, Années de Pèlerinage 2ème année. Italie

    hoek5z2bc6eoa_600.jpg.57d20d4fb4a7fba9f7e3f0adfafda854.jpg

    Franz Liszt

    Années de Pèlerinage. Deuxième Année - Italie, S161/R10b
    Légende, S.175: No. 1, St François d'Assise (La prédication aux oiseaux)

    Francesco Piemontesi, pianoforte

    Orfeo 2019

    ***

    Esce per Orfeo anche il secondo volume delle Années de pèlerinage di Liszt, dopo il primo, pubblicato nel 2018, e già recensito su queste pagine.

    Composti durante un viaggio in Italia tra il 1838 e il 1839, questi sette brani traggono ispirazioni dalle arti figurative (come la tela di Raffaello "Lo sposalizio della Vergine" e la statua scolpita da Michelangelo per la tomba di Giuliano de' Medici), così come da opere letterarie (tre sonetti del Petrarca e la Divina Commedia di Dante). Rispetto al primo anno delle Années, l'elemento naturalistico qui è completamente scomparso. Il linguaggio musicale si fa più denso e articolato e richiede all'ascoltatore una maggiore partecipazione e predisposizione.

    Piemontesi dimostra anche in questa seconda raccolta un grande sintonia con queste pagine. Il pianista svizzero predilige sempre l'aspetto della narrazione, quieta e intimista, su quello virtuosistico, che pure è sempre presente in Liszt, ma che qui non è mai protagonista. Forse, se proprio vogliamo muovere un piccolo appunto, questo approccio interpretativo a volte può sembrare anche eccessivamente bilanciato e controllato, ma qui rientriamo nell'ambito delle preferenze personali. Quello che è certo è che Piemontesi rivela ancora una volta una maturità artistica e un dominio tecnico straordinari!

    Notevole anche la qualità della registrazione (che ho ascoltato in formato liquido 96/24), realizzata a Lugano nell'Auditorium Stelio Molo della RSI. Il pianoforte è reso in maniera assolutamente realistica in tutto lo spettro, con un'immagine ben centrata e coerente.

    A questo punto non ci resta che aspettare il terzo volume delle Années!

     

     

    Edited by Eusebius



    User Feedback

    Recommended Comments

    Concordo. Purtroppo qui è Liszt che, per i miei gusti, entra nell'ambito del succedaneo delle tisane per conciliare il sonno ... :)
    E quindi, se non si hanno le doti dell'Ercule sull'Olimpo, anche il più grande pianista soccombe al dejavù.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Eh, sono pezzi densi e piuttosto impegnativi, per cui l'ascolto per intero di questa raccolta può essere faticosa, almeno per me lo è. L'ultimo brano della raccolta "Après une lecture du Dante" con i suoi 16 minuti è assimilabile a una vera e propria sonata.
    Ascoltando solo alcuni pezzi per volta mi sono goduto molto di più questo disco ;)

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    E riascoltata adesso vale il disco :) veemente, assertiva, potente. Forse un filo veloce (e se lo dico io ... ) Ma Liszt sicuramente l'avrebbe suonata così.
    Grande Piemontesi !

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...