Jump to content
  • Florestan
    Florestan

    Luigi Rossi : La Lyra d'Orfeo e Arpa Davidica

    Cover.jpg

    Luigi Rossi : La Lyra d'Orfeo e Arpa Davidica
    Arpa Davidica
    Christina Pluhar

    Erato 2019, formato 192/24

    ***

    L’Arpeggiata,_Christina_Pluhar,_Philippe_Jaroussky_-_MC2_Grenoble_2014.jpg

    L'arpeggiata (a sinistra Christina Pluhar) durante una performance pubblica (in centro il grandissimo Philippe Jaroussky)

     

    SnapCrab_Bookletpdf (PROTETTO) - Adobe Acrobat Reader DC_2019-11-24_10-8-6_No-00.jpg

    Veronique Gens, il soprano protagonista de La Lyra d'Orfeo

     

    SnapCrab_Bookletpdf (PROTETTO) - Adobe Acrobat Reader DC_2019-11-24_10-6-35_No-00.jpg

    le voci dell'Arpa Davidica

     

    ***

    Questo disco è un tributo sensazionale al primato della musica italiana della metà del seicento.
    Quella che conquistò le corti di tutta Europa, a partire da quella francese, grazie al Cardinale Mazzarino che di fatto reggeva la Francia e che volle rappresentare l'Orfeo di Monteverdi come se si fosse a Venezia e poi invitò a turno tutti i grandi musicisti italiani, alcuni dei quali si naturalizzarono come francesi. E poi Londra, Vienna, Berlino fino ai primi decenni del settecento.

    Christina Pluhar ha più volte dimostrato il proprio amore per la musica barocca e per quella nostra, a cominciare proprio da Monteverdi ma per Luigi Rossi pare abbia una predilezione particolare.

    E si capisce perchè è stato un compositore completo, raffinato, sensibile ed estremamente colto. Tra i massimi musicisti italiani di sempre di cui Salvator Rosa ebbe a dire "morì sonando il cimbalo".
    Impiegato presso le corti nobiliari romane insieme ai familiari, anche essi virtuosi musicisti, fu tra quelli che patirono il cambio di di politica dovuta all'elezione del Papa Innocenzo X. Rossi serviva i Barberini, amici della Francia in un'Italia ancora divisa e dominata.
    Il trasferimento a Parigi di alcuni principi della Chiesa della famiglia Barberini, invisa a Papa Innocenzo, facilitò la diaspora di musicisti romani attratti dalle simpatie del Cardinale Mazzarino.
    Luigi Rossi si trasferisce nel 1644 ma già ben accolto perchè la sua musica lo aveva preceduto.

    Qui si fa apprezzare dai reali francesi e anche da quelli inglesi esiliati a Parigi a causa della rivoluzione.

    Il successo è tale che Luigi XIV ascolta, appena incoronato re, fino a 4 ore di musica italiana ogni sera. Tra questa, 39 arie in italiano, di cui 10 attribuite a Rossi, 9 a Lulli e altre 3 a Giacomo Carissimi.

    Qui sono due riunite due opere simili, guarda caso proprio la Lyra di Orfeo e poi l'Arpa Davidica.
    I due strumenti mitici, sono qui i protagonisti insieme alle voci dei cantanti.

    E' musica di una bellezza disarmante, profonda e raffinatissima, sinceramente senza eguali nei decenni successivi.
    Priva dell'ampollosa sovrastruttura che diventerà tipicamente francese. Eppure capace di colpire un Re come Luigi, oltre a sua madre e a Re Carlo d'Inghilterra.

    L'Arpeggiata è una formazione piccola ma perfettamente capace di rendere con serietà - come sono queste pagine - o di scherzare sui temi barocchi come nei più leggeri dischi più che vagamente jazzistici su musiche di Monteverdi o di Purcello che ci hanno fatto sorridere negli scorsi anni.

    Ce n'è traccia anche qui, nella ricostruzione con "basso ostinato" de "La bella più bella il cor mi ferì" che guarnisce come una gemma la prima parte del disco.

    Jaroussky é particolarmente ispirato, mentre Veronique Gens ha una voce bellissima ma è meno chiara nella dizione italiana.

    Di grandissimo livello la parte arpistica della Pluhar che accompagna "divinamente" i cantanti.

    Registrazione di qualità elevatissima e ad alta risoluzione.

    Una scoperta che merita un ascolto estremamente attento e disco candidato alla nostra selezione dell'anno.

     

     

    Edited by Florestan



    User Feedback

    Recommended Comments

    There are no comments to display.



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...