Vai al contenuto

Florestan

Administrators
  • Numero contenuti

    1095
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    28

Florestan ha vinto la giornata in 4 Dicembre

Florestan ha avuto il contenuto più apprezzato!

Reputazione Forum

38 Excellent

Su Florestan

  • Grado
    Advanced Member

Visite recenti

2731 visite nel profilo
  1. le due copertine del disco appena pubblicato. Ludwig van Beethoven, Sinfonia n. 6 "Pastorale", riduzione per pianoforte a quattro mani Martha Argerich e Theodosia Ntokou, pianoforte Sonata n. 17 in re minore, Op. 31, n. 2, La tempesta Theodosia Ntokou, pianoforte Warner Classics 2020, formato 96/24, via Qobuz *** Grande venerazione per un genio del pianoforte e probabilmente la più grande pianista di tutti i tempi. Per questo motivo ogni nuova registrazione, specie oramai sulla soglia degli ottanta e - lunga vinta - qualche acciacco di troppo, è un avvenimento.
  2. Si, direi che poteva risparmiarsela. Cose interessanti ne ha fatte ma non è che si può sempre vivere sopra le righe
  3. Beethoven : Sinfonia n. 5 in Do Minore Op. 67 MusicaAeterna diretta da Teodor Currentzis Sony Classical 2020 Beethoven : Sinfonia n. 5 in Do Minore Op. 67 NDR Radiophilarmonie diretta da Andrew Manze Pentatone 2020 I Movimento : - Teodor : 6:42 - Andrew : 7:34 II Movimento : - Teodor : 8:39 - Andrew : 9:53 III Movimento : - Teodor : 4:40 - Andrew : 5:07 IV Movimento : - Teodor : 10:34 - Andrew : 11:26 Durata Complessiva : - Teodor : 30:37 - Andrew : 34:02 Ha studiato violino insieme alla letteratura classica ad Oxford e f
  4. Chaikovsky : sinfonia n. 4 - Leshnoff : concerto per clarinetto e fagotto / Manfred Honeck/Pittsburgh S.O. Michael Rusinek, clarinetto, Nancy Goeres, fagotto *** Disco molto interessante come tutte le registrazioni RR - Reference Recordings. E' la decima registrazione dal vivo della collaborazione con la Pittsburgh S.O. e il Maestro Manfred Honeck. Mi è capitato di ascoltare altri dischi della serie, sempre ottimi sul piano audiofilo con dinamiche sfrenate e dettaglio straordinario. Ho amato particolarmente quello con la terza di Beethoven. Qui abbiamo un accoppiamento u
  5. Sentiti libero di scrivere di ciò che vuoi, aprendo una discussione per ogni argomento qui Se strutturalmente allineati ai nostri articoli, i tuoi scritti verranno da noi valutati ed eventualmente pubblicati nella categoria più opportuna. Non mi sorprende che ci sia un taglio operato da Bernstein. Lo ha fatto anche con il suo amico Ives, con grande scorno dello stesso che era in vita. Figuriamoci con il vecchio Hannes che non poteva più lamentarsi !
  6. Io non sono riuscito a finirlo, nemmeno a piccole dosi. Trifonov è un grande pianista ma forse un pò troppo compreso di se ? Take it easy mi verrebbe da dirgli. (E viva Beatrice).
  7. La Ferrier ha firmato alcuni dei dischi del secolo. Di questo se ne dovrebbe scrivere su queste pagine. Ti candidi a parlarcene tu ?
  8. Camille Saint-Saens : sonata per violino pianoforte Op. 75, sonata per violoncello e pianoforte Op. 32, trio per pianoforte, violino e violoncello, op. 92 Ranaud Capucon, violino Edgar Moreau, violoncello Bertrand Chamayou, pianoforte Erato 2020, formato 96/24, via Qobuz Unlimited. Registrazione del settembre 2020 a Soissons *** Che sia un progetto in atto di riqualificazione di Saint-Saens o meno, appaiono sempre più spesso splendide registrazioni dell'incompreso Camille per le etichette francesi e con grandi interpreti come questi. Apprezzo peraltro lo sguardo dis
  9. Jonathan Leshnoff Sinfonia n. 3, ispirata dalle lettere a casa dei soldati della Ia Guerra Mondiale Stephen Powell, baritono Concerto per pianoforte e orchestra Joyce Yang, pianoforte Kansas City Symphony diretta da Michaerl Stern Reference Recordings 2020, formanto 192/24 *** Jonathan Leshnoff è un compositore americano di origini ebraiche di Baltimora, classe 1973. Ha già all'attivo una notevole quantità di musica, spesso commissionata come d'uso negli USA, altre volte ispirata da fatti e casualità. E' il caso di questo disco, registrato di fresco dalla sol
  10. Grazie del commento. Nome e cognome sono evidentemente di derivazione svedese, ma dalla sua biografia, la formazione musicale pare sia del tutto finnica per la prima parte degli studi, con perfezionamento tra Salisburgo e la grande tradizione operistica tedesca.
  11. Mariss Jansons : his last concert Live at Carnegie Hall Strauss : 4 interludi sinfonici da Intermezzo Brahms : 4a sinfonia e Danza Ungherese n. 5 Symphonierchester Des Bayerischen Rundfunks diretta da Mariss Jansons BR Classik 2020, formato 48/24 *** L'ultimo concerto dal vivo alla Carnegie Hall di New York alla testa della sua orchestra, con la musica della sua vita. Idealmente il disco si chiude con la brillante volata della quinta danza ungherese di Brahms ma comincia con i voli orchestrali del più brillante ed edonista Richard Strauss che qui Jansons avvicina a
  12. Mozart : Concerti per pianoforte e orchestra Vol. 11 Cyprien Katsaris, pianoforte, Salzburger Kammerphilarmonie diretta da Yoon Kuk Lee Piano 21 2020, via Qobuz Unl. *** Siamo arrivati in poco tempo al vol. 11 della nuova integrale di Katsaris. Che continua a suonare in modo molto brillante e sanguigno. In questi concerti spiccano le cadenze originali scritte da Katsaris, molto jazzistiche, che Beethoven credo avrebbe detestato (e anche io ... insomma). Ma un segno lo si deve lasciare altrimenti saremmo tutti sempre con Brendel/Marriner, no ? Registrazione di buon l
  13. Brahms : Integrale della musica da camera Vol.8 - Trii per pianoforte e archi Pierre Fouchenneret, violino, Francois Salque, Violoncello, Eric Le Sage, Pianoforte La Belle Saison Live, B Records 2020, via Qobuz Unlimited, formato 96/24 *** Non me ne vorranno i ragazzi protagonisti di questa serie ma questo è il primo volume che veramente mi piace (l'ho ascoltato 3 o 4 volte di seguito). Gli altri un pò troppo ... francesi per il Brahms dei mie gusti. Registrazione dal vivo con qualche rumoretto e dinamica non pienissima, ma ci sta.
  14. Sono convinto al di la delle tue note delle qualità di queste cuffie che nella realtà non ho mai ascoltato. Conosco i prodotti Focal - ho la casa piena di loro altoparlanti e il mio sistema principale oggi è impostato su woofer in W serie Utopia - e certamente il livello di questo si vede già dalla confezione. I produttori orientali dovrebbero prendere esempio. Personalmente però resto vincolato alle cuffie planari per l'ascolto senza compromessi. Non sono disposto a spendere più di 120 euro per un paio di cuffie dinamiche "da battaglia".
×
×
  • Crea Nuovo...