Vai al contenuto

Eusebius

Redattori
  • Numero contenuti

    560
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    24

Eusebius ha vinto la giornata in 21 Aprile

Eusebius ha avuto il contenuto più apprezzato!

Su Eusebius

  • Compleanno 01/03/1975

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

Eusebius's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

  • Week One Done
  • One Month Later
  • One Year In

Recent Badges

29

Reputazione Forum

  1. Eusebius

    HIFIMAN Sundara

    Se ti può interessare, qui puoi trovare le impostazioni da usare per equalizzarle: https://www.reddit.com/r/oratory1990/wiki/index/list_of_presets
  2. questo articolo lo hai letto?
  3. Eusebius

    HIFIMAN Sundara

    Ciao Denil, il rodaggio può introdurre qualche miglioramento, ma l'impostazione resta comunque quella che senti. Noi non possiamo sostituirci alle tue orecchie. Se ti piacciono le tieni, diversamente puoi fare altre valutazioni.
  4. È stata una decisione condivisa con l’amico Florestan. Quando si parla da soli per troppo tempo (lo abbiamo fatto per più di 3 anni), succede che alla lunga sentire solo il suono delle nostre voci stanca. Lo dico senza polemica, anzi con molta serenità. Quando abbiamo iniziato questo progetto ci eravamo illusi che anche altre persone avrebbero avuto voluto condividere la propria passione per la musica. Evidentemente non è andata così. Poco male, perché la nostra passione rimane, al di là del destino di questo sito. 😘
  5. Per Giove, ma Piotr nella quinta è meno sguaiato e fracassone del solito, altrimenti manco l'avrei ascoltato! Si lascia andare solo nello strampalato movimento finale, ma lì Paavo e i suoi svizzeri ci danno dentro con grande foga. A mio avviso il lato aristocratico del direttore qui si sposa a meraviglia con i due movimenti centrali. Sarei curioso di ascoltare l'interpretazione di Petrenko (quello il cui nome inizia per V, non l'altro), ma su Qobuz non è disponibile per lo streaming
  6. non sono d'accordo, anzi, sono d'accordo solo per la Francesca da Rimini, ma poco male.
  7. Tchaikovsky, sinfonia n.5 e Francesca da Rimini. Orchestra del Tonhalle di zurigo, dir.Paavo Järvi . Alpha, 2020 *** Paavo Järvi torna a dirigere la Tonhalle di Zurigo, questa volta con un programma interamente dedicato a Tchaikovsky, che di fatto inaugura un ciclo di registrazioni dedicato al compositore russo. In questo primo disco troviamo la quinta sinfonia e Francesca da Rimini. Nella sinfonia il direttore estone ci guida con mano sicura nel vortice di emozioni che la contraddistingue, dalla cupezza dell’incipit, fino alla trionfante apoteosi del movimento finale. L’ho trovata un’interpretazione viva e avvincente e al tempo stesso nobile e trattenuta, se vogliamo una via di mezzo tra gli slanci vibranti di Gergiev con i Wiener e gli abissi di Mravinsky o Fricsay. Il secondo movimento con lo straziante assolo di corno in apertura è semplicemente meraviglioso, mentre l’eleganza e la raffinatezza del terzo movimento è capace di trascinarci via. Il prorompente movimento finale, così difficile da rendere bene, poco apprezzato da Brahms e dallo stesso Tchaikovsky, suona qui convincente e pieno di ardore fino al finale assolutamente elettrizzante. Colpiscono in questa interpretazione l’attenzione al dettaglio e il grande equilibrio tra le varie parti orchestrali, ma anche una certa libertà ritmica. La seconda parte del disco con Francesca da Rimini, “fantasia sinfonica” tratta da Dante, non mi ha particolarmente impressionato: impeccabile sì, ma poco coinvolgente, per non dire anche un po’ piatta, cosa che in Tchaikovsky non va mai molto bene. Un disco che, se guardato nel complesso, ha luci e ombre, ma non posso non raccomandarne l’ascolto anche della sola quinta sinfonia.
  8. Eusebius

    Novità 2020

    Beethoven, Concerto per pianoforte e orchestra n.1 op.15 Krystian Zimerman, pianoforte, LSO, dir.Simon Rattle. DG 2020 *** Uscito il giorno successivo del 250esimo anniversario di Beethoven, questo disco si aggiunge alla lunga lista di dischi inutili pubblicati in quest’anno di celebrazioni. Un Beethoven per nulla trascinante, a tratti addirittura pesante, in un disco che dura solo 33 minuti. Perché? Chiedetelo a DG.
  9. Eusebius

    Novità 2020

    Jonas Kaufmann, It's Christmas! Sony Classical, 2020 *** Diciamocelo pure: quest'anno il Natale sarà diverso dagli altri anni, sicuramente più triste e malinconico. E allora perché non concedersi il piccolo piacere consolatorio di abbandonarsi per un paio d'ore alla voce calda e rassicurante del super-tenore tedesco Jonas Kaufmann? E non è poi un piacere da poco, perché Kaufmann affronta questi brani così familiari con grande serietà e sensibilità artistica, passando con facilità dai momenti solenni a quelli più dolci, dal raccoglimento alla festa, o anche da un continente all'altro, mettendo tutte le sue capacità tecniche al servizio di un repertorio di genere come questo.
  10. Io sono ancora più drastico: Chaikovsky non riesco proprio ad ascoltarlo, non c'è niente di quello cha ha scritto che mi appassioni. Mi fa salire la glicemia e basta. Mentre non potrei mai fare a meno di Chopin 😝
  11. Grazie, Sdg! Il tuo contributo è molto apprezzato. Se dovessi consigliare 3 dischi della Ferrier, da quali partiresti?
  12. Eusebius

    Novità 2020

    "Erinnerung", selezione di lieder di Gustav Mahler. Christiane Karg, soprano, Malcom Martineau, pianoforte. BR Klassik, 2020. *** Se la grande curiosità di questo disco è sentire la brava Christiane Karg cantare un paio di lieder accompagnata dall'oltretomba dallo stesso Mahler (!), tramite dei rulli Welte-Mignon rimessi in condizione di funzionare su un piano moderno, in realtà è tutto il resto del disco che mi ha conquistato. L'interpretazione della Karg si gioca sul sottile equilibrio di quei sentimenti tipici dell'universo mahleriano. Martineau al pianoforte è l'accompagnatore ideale, sensibile e in perfetta sintonia con la cantante. Consigliatissimo agli amanti del repertorio liederistico.
  13. Eusebius

    Novità 2020

    Luciano Berio: Coro e Cries of London. Norwegian Soloist's Choir, Norwegian Radio Orchestra, Grete Pedersen. BIS, 2020. *** Composto nel 1976 per un ensemble di 40 cantanti e 44 strumentisti, dove a ogni cantante è accoppiato uno strumentista, Coro è una delle opere maggiori di Luciano Berio ed è considerata una delle composizioni corali più importanti degli ultimi 50 anni. Non si può non segnalare questa magnifica interpretazione da parte di una compagine di specialisti norvegesi guidata da Grete Pedersen. Per gli amanti del genere!
  14. Eusebius

    Novità 2020

    Dowland: A Fancy Bor Zuljan, Liuto. Ricercar, 2020. *** Raramente ho sentito un liuto suonare con una tale gamma espressiva e timbrica! Lo sloveno Bor Zuljan, alla sua prima uscita discografica, ci propone una raccolta di musiche del malinconico John Dowland, che è un vero e proprio gioiello. Consigliatissimo.
×
×
  • Crea Nuovo...