Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'beethoven piano concerti lisiecki'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Categories

  • Recensioni
    • Novità dell'anno
    • Orchestrale
    • Strumentale
    • Cameristica
    • Vocale e Corale
    • Operistica
  • Guide all'ascolto
    • Interpreti
    • Composizioni
    • Compositori
    • Versus : I confronti
    • Masterpieces
    • Beginners Guide
  • Audio
  • Storie di Musica

Forums

  • Forum
    • Spazio libero
    • Tematiche Audio

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


About Me

Found 1 result

  1. Beethoven, concerti per pianoforte e orchestra. Academy of St. Martin-in-the-Fields. Jan Lisiecki, pianoforte. DG 2019 *** Chiamato a sostituire in corsa il grandissimo Murray Perahia, che aveva dato forfait per ragioni di salute, il giovane (24 anni) pianista canadese non si è fatto prendere dallo spavento e si è ritrovato a suonare nientemeno che i 5 concerti per pianoforte di Beethoven dirigendo al tempo stesso l’Academy of St. Martin-in-the-Fields in tre serate alla Konzerthaus di Berlino. Roba da far tremare i polsi a pianisti più esperti, ma Jan si è fatto trovare pronto e ha svolto il suo compito con chirurgica precisione. Peccato che a tanto coraggio, non sia corrisposta altrettanta passione. Sempre pulito e impeccabile il nostro Lisiecki, ma, come già altre volte, non scalda i cuori (o per lo meno quelli della redazione di Variazioni Goldberg). Qui manca il nerbo e lo slancio delle migliori interpretazioni. Paradossalmente la compagine orchestrale, diretta dallo stesso Lisiecki, ma verosimilmente preparata da Tomo Keller, primo violino e “leader”, sembra invece avere assai più carattere del pianista, che ad ogni ingresso del pianoforte smonta in poche note tutto il pathos creato dall’orchestra. Sorprende ancora una volta che Deutsche Grammophon, il cui marketing ha creato il fenomeno Lisiecki dal nulla, abbia deciso di pubblicare questi concerti, pur avendo nel proprio catalogo diverse altre interpretazioni di ben altra caratura. Se siete alla ricerca di una integrale dei concerti per pianoforte di Beethoven pulita, ma sbiadita, forse questa potrebbe far per voi. Se volete provare qualche emozione in più, ci sono tante altre edizioni migliori di questa.
×
×
  • Create New...